Top

Romania

LA ROMANIA, OLTRE BUCAREST

Lasciate andare ogni pregiudizio, o voi che entrate. Potrebbe essere la frase di benvenuto, dedicata ai turisti che arrivano in Romania. Nel corso del nostro viaggio itinerante in Transilvania, abbiamo apprezzato paesaggi meravigliosi, conosciuto persone affabili ed oneste, viaggiato in assoluta tranquillità e sicurezza. Arrivando da Roma, purtroppo siamo abituati a diffidare, a tenere sempre la guardia alta: ritrovare villaggi dove puoi lasciare i bagagli in auto o tenere la chiave sulla toppa, ti riconcilia con il mondo e l’umanità. Questo non significa diventare improvvisamente degli sprovveduti, questo significa rimanere responsabili, ma con rinnovata fiducia.

La lingua Rumena è parlata da oltre 25 milioni di persone e risale a 1.700 anni fa; simile all’Italiano, è facile entrare in sintonia con questo idioma. Grazie alle enclavi ungheresi e tedesche, troverete larghe fasce di popolazione, soprattutto in Transilvania, che parleranno la loro lingua di origine: l’ungherese per un italiano è pressoché incomprensibile.

I Monti Carpazi conservano le aree boschive più selvagge e preservate di tutto il continente, ed ospitano una quantità infinita di flora e fauna. Orsi bruni, camosci, lupi, bisonti, cervi, volpi. Boschi e foreste ricoprono più del 26% della superficie dell’intero Paese: distese infinite di faggi e conifere, querce, betulle ed una varietà imbarazzante di arbusti. Le città da visitare sono numerose e piene di storia, molte delle quali si trovano in Transilvania e risalgono al Medioevo.

Brașov  è famosa per le sue mura e le roccaforti medievali sassoni, per l’altissima Chiesa Nera in stile gotico.

Sibiu è nota per il suo centro storico di architettura tipicamente germanica, risalente alla dominazione Sassone.

Cluj-Napoca anch’essa caratterizzata da ingerenze sassoni ed ungheresi. Da vedere la Piazza Centrale, Piața Unirii, dove sorgono la chiesa gotica di San Michele e la statua del re Mattia Corvino.

Tendenzialmente la sottoscritta e di conseguenza questo blog, sono più interessati alle zone verdi, che ai mattoni ed alla storia. Questo Paese meraviglioso mi ha conquistata completamente, la Natura racchiude tutta la bellezza dei paesaggi montani europei, ed il fascino della nostra storia millenaria. Arrivate a Bucarest, noleggiate una macchina e lasciatevi ammaliare dalla bellezza inaspettata ed a volte sottovalutata di questo Paese. La Romania è un gioiello che si può ammirare a piccoli prezzi, non durerà a lungo, approfittatene ora.

DA VEDERE

Una piccola selezione dalla quale partire, per poi sviluppare un itinerario di viaggio.

La Romania riserva molto di più di quello che potrò mai descrivere o sintetizzare.

Se vuoi saperne di più su Castelli, Vulcani di Fango ed Orsi, clicca qui ☺️

LA DIMORA DI DRACULA
LA BUCOVINA
I VULCANI DI FANGO
IL DELTA DEL DANUBIO
I CASTELLI
MARAMURES
LA TRANSFAGARASAN
GLI ORSI E LA NATURA SELVAGGIA

INFO UTILI

Rispetto alla maggior parte delle altre destinazioni europee, la Romania è molto ECONOMICA. Si possono trovare strutture ricettive di tutto rispetto e pulite, pagando una camera 25 € a notte. Un pasto completo, inclusa una bevanda può costare intorno 20 €. Se poi scegliete di dormire in un ostello e fare economia sui pasti, riuscirete a mantenere il budget giornaliero sotto i 30 €, tutto incluso! Viceversa,  salendo di categoria, e scegliendo alberghi di lusso, vi accorgerete che i prezzi rimarranno comunque concorrenziali rispetto all’Italia. Sicuramente, a Bucarest i prezzi sono leggermente più cari, ma mai come a Roma!

La moneta corrente è il LEI RUMENO. Un Euro equivale a circa 4.8 Lei. Gran parte dei prezzi sono espressi anche in Euro, ma i pagamenti in contanti vanno effettuati comunque in moneta locale. Ricordatevi che nelle località minori e nelle zone rurali, si paga tendenzialmente in contanti, quindi oltre alle carte di credito, cambiate sempre una buona dose di cash.

I periodi migliori per visitare la Romania sono la tarda PRIMAVERA e le prime settimane d’AUTUNNO, quando la temperatura è ancora mite ed la natura riserva i colori più belli. Da luglio a settembre, il costo dei voli lievita; dall’Italia molti rumeni tornano in Patria per le vacanze ed i voli sono molto richiesti. Se volete viaggiare in quel periodo, prenotate il volo con largo anticipo, altrimenti cambiate data e vedrete che andrete a risparmiare cifre considerevoli.

COME MUOVERSI

La Romania ha un tasso di criminalità molto basso, è un Paese sicuro in cui viaggiare, senza troppe paranoie. Noi abbiamo noleggiato una macchina con Klass Car e non abbiamo avuto problemi di sorta. Nessun automobilista particolarmente indisciplinato, o inconvenienti spiacevoli: sulle strade vige sempre la regola di essere prudenti e fare attenzione agli altri. C’è da dire che abbiamo sempre evitato le metropoli, quindi non possiamo assicurare nulla in merito al traffico di Bucarest.

Se visitate le grandi città, potete benissimo affidarvi ai mezzi pubblici oppure ad Uber, che sono affidabili ed hanno prezzi veramente concorrenziali. Il sistema ferroviario è molto capillare, esistono stazioni dei treni anche nei piccoli villaggi. Per quanto ci riguarda, in auto, abbiamo avuto la possibilità di percorrere strade e goderci dei fuori pista che non ci saremmo potuti permettere viaggiando in autobus o  treno. Per destreggiarci con le mappe, ci siamo affidati come al solito a Waze, un’app che oltre a mostrarti la strada più comoda per giungere a destinazione, ti offre informazioni sul traffico ed avvisi stradali in tempo reale.

LA TRANSILVANIA

Il nome deriva dal latino e significa la terra oltre la foresta. La Catena dei Carpazi, che delimita la regione ad est, è una presenza possente ed inconfondibile. Nell’immaginario collettivo, questa zona è sempre stata simbolo di mistero. Vampiri assetati di sangue e lupi mannari che si rivolgono alla luna, eternamente fedeli al loro principe incontrastato. Dracula.

In effetti, alcuni paesaggi transilvani sembrano essersi congelati nel tempo, al punto da suscitare un fascino tanto inquietante, quanto ipnotico. Boschi circondati dalla bruma, antichi castelli diroccati, vallate incontaminate. Se siete amanti del gotico, non potrete rimane insensibili a questa regione misteriosa e remota. Dalle origini multi etniche, incluse Ungheria e Germania, la Transilvania è mix poliedrico di costumi tradizionali, architettura, cucina, musica ed antiche usanze.

COSA MANGIARE

La cucina rumena è il frutto di un mix di culture che si perdono nel tempo e fa parte della tradizione balcanica. Dalle invasioni ottomane alle influenze austroungariche e tedesche, ai sapori della Russia. Anche i nomi dei piatti più famosi, affondano le loro radici nel Medioevo, nella lingua turca, piuttosto che ungherese. I prodotti della terra vengono cucinati in maniera semplice, si fa grande uso di spezie, burro e formaggio e non si bada troppo alla presentazione. Ciò che importa è la sostanza!

Le zuppe e la carne alla griglia sono tra i piatti preferiti, un’agricoltura che ricorda quella dei nostri primi anni del ‘900 ed animali che crescono e brulicano liberi per le vallate, fanno si che gli ingredienti siano di prima qualità e molto saporiti. Ogni regione va orgogliosa delle proprie specialità, quindi lasciatevi guidare dall’istinto, andate alla ricerca delle locande più rustiche e sperimentate!

Per sapere cosa ordinare al ristorante, senza avere sorprese, clicca qui ☺️

4

AND SO, SHE DECIDED TO START LIVING WITH A SURFER… Il tuo uomo passa ore a studiare le previsioni meteo? Andate al mare solo quando c’è vento, é nuvoloso e fa anche un pò freddino? Week-end in città d’arte, shopping a New York o agriturismo in Umbria sono banditi dal vostro calendario vacanze? La tua idea di spiaggia equivale a lunghe ore da sola, osservando la tua dolce metà che appare e scompare tra un’onda e l’altra? Se a queste quattro domande hai annuito sospirando, non posso aggiungere altro se non: benvenuta nel club, sei anche tu una DesperateSurfersWife!

post a comment