Top

Isole Canarie

COSA ASPETTARSI 

Le Canarie sono un arcipelago di origine vulcanica, che si trova di fronte alla costa nord-est dell’Africa. La grande varietà di paesaggi e la Natura dirompente rende queste isole una sorpresa continua per ogni viaggiatore. Dalle acque cristalline alle distese vulcaniche, dalle lunghe spiagge bianche alle vette montane, il leit-motiv di queste isole è: NATURA. Non per niente, cinque isole e svariate zone delle Canarie sono state nominate dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità o Riserva della Biosfera…non aggiungo altro. Il clima subtropicale favorisce le temperature miti tutto l’anno, che rimangono in media tra i 18 ed i 24°C. Praticamente, si può prendere il sole anche in pieno inverno italiano! Anche se le isole più visitate sono Tenerife, Gran Canaria e Lanzarote, tutto l’arcipelago basa la sua economia sul turismo. Ogni anno circa 12 milioni di persone visitano questo piccolo paradiso tropicale: oh my God!! Nonostante questo flusso interminabile di viaggiatori, è ancora possibile scovare angoli di pace: tendenzialmente, basta uscire dai percorsi e dalle località prettamente turistici. Cercare una casa in affitto in luoghi più isolati, noleggiare una macchina e partire alla ricerca dei percorsi meno battuti. Prenotare fuori stagione, il che significa tra ottobre e gli inizi di dicembre.

Il periodo che preferisco è senza dubbio quello che va tra metà ottobre ed i primi di novembre, quando in Italia il tempo peggiora, invece alle Canarie i turisti diminuiscono ed è  praticamente estate, con giornate assolate e voglia di tuffarsi in mare. La temperatura dell’acqua rimane tendenzialmente costante all year round: intorno ai 20 gradi.

Anche se il mio cuore mi lega indissolubilmente a Lanzarote, se dovessi consigliare dove andare, non avrei dubbi: La Gomera e El Hierro.

Paradiso indiscusso degli sportivi, queste isole permettono la pratica di infinite attività. Surf, windsurf, vela, immersioni, trekking, kite surf, bicicletta, speleologia, arrampicata, parapendio, jogging, nuoto, golf, pesca.

LE ISOLE PIÙ GRANDI

TENERIFE
GRAN CANARIA
LA PALMA
EL HIERRO
FUERTEVENTURA
LANZAROTE
LA GOMERA

TENERIFE La più grande e popolata, ed anche tre le più visitate. Il vulcano – attivo – del Teide è la vetta più alta di tutta la Spagna: 3718 mt. Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, a differenza di altre isole dell’arcipelago, vanta distese boscose invidiabili, oltre a zone semi desertiche e spiagge di sabbia nera. Da non perdere i Parchi nazionali del Teide e de La Corona, oltre ad una serie infinita di riserve naturali, dai boschi alle distese vulcaniche.Tra gli sport: golf, trekking, ciclismo, parapendio e surf.

FUERTEVENTURA La seconda per estensione, ma anche tra le meno popolate. Si tratta dell’isola più antica, pianeggiante perché erosa nei secoli dal vento battente, è estremamente arida e priva di vegetazione. Con queste premesse, sembrerebbe un posto da evitare. Falso. Fuerteventura è Riserva della Biosfera e le sue spiagge bianche, le acque cristalline meritano di essere viste. I venti battenti la rendono il paradiso dei windsurfisti, è una delle tappe della Coppa del Mondo.

GRAN CANARIA A differenza di altre isole dell’arcipelago, il paesaggio qui è molto più vario. Picchi e gole nell’entroterra, spiagge e scogliere selvagge lungo i 236 km di costa. È la terza isola per estensione, e la seconda per densità di popolazione. Las Palmas, è la città più grande di tutto l’arcipelago. Quasi il 50% del territorio è considerato Riserva della Biosfera. Oltre ad una varietà di attività e sport legati al mare, incluso il windsurf e l’osservazione delle balene e dei delfini nel loro habitat naturale, per gli sportivi c’è l’imbarazzo della scelta. Trekking, bicicletta, corsa, arrampicata.

LANZAROTE Con una scarsa densità di  popolazione, è presa d’assalto da milioni di turisti ogni anno. I suoi paesaggi vulcanici tolgono il fiato, le distese infinite di lava trasportano ad una dimensione extra terrestre. Tutto il suo territorio è Riserva della Biosfera. Per i viaggiatori più scafati, che diffidano delle località estremamente turistiche, la zona nord ed i paesini dell’entroterra sono la risposta giusta per ritrovarsi a contatto con la Natura. Lanzarote è tra le tappe più dure dell’Ironman: 3,8 km di nuoto – 180 km di bicicletta e 42,2 km di maratona per 2.000 concorrenti ogni anno.

LA PALMA  Conosciuta come la Isla Bonita è la più verde di tutto l’arcipelago. Boschi lussureggianti che in altre isole canarie sono impossibili anche solo da immaginare. Dichiarata Riserva della Biosfera, vanta una Natura imbarazzante, tipo il Parco Nazionale de la Caldera  de Taburiente. La lava vulcanica arriva fino al mare, creando un litorale roccioso e pianeggiante. Siete amanti dell’astrofisica? Allora saprete già che l’osservatorio di Roque de Los Muchachos dispone delle installazioni telescopiche più moderne al mondo.

LA GOMERA Piccola, riservata, tranquilla. Tra le più antiche e verdi dell’arcipelago, estremamente piccola, appena 20 km da nord a sud. Per gli amanti della Natura, esistono un’infinità di spazi protetti: dalle spiagge di sabbia nera ai paesaggi prettamente montuosi. Il Garajonay è Patrimonio dell’Umanità: questo monte vanta un bosco dalla vegetazione esplosiva e preistorica. L’isola è perfetta per chi ama camminare, desidera il contatto con la natura e non cerca divertimenti mondani.

EL HIERRO Meno di 50 km  da un estremo all’altro. L’isola più meridionale e meno popolata  dell’arcipelago. Riserva della Biosfera, i suoi paesaggi vulcanici e remoti la rendono un’isola ai confini della realtà, dove il tempo si è fermato. Siete amanti delle immersioni? El Hierro is the answer: le sue acque sono estremamente trasparenti e profonde. Troverete diverse scuole sub, per ogni livello di esperienza.  Nonostante la poca estensione chilometrica, l’isola ha la maggiore densità di vulcani di tutto l’arcipelago: oltre 800 coni vulcanici.

INFO UTILI

L’ABBIGLIAMENTO

Il clima alle Canarie è mite, però può cambiare velocemente. Dopo tutto, siamo in mezzo all’Oceano ed il vento è all’ordine del giorno! Non dimenticate di mettere in valigia un k-way e delle scarpe da trekking. Si tratta di isole dove Natura e Sport la fanno da padroni, quindi l’outfit è per lo più comodo ed informale. Anche frequentando locali e discoteche, non troverete quella corsa al glam tipicamente italiano: siete alle Canarie, potete rilassarvi! Un paio di felpe ed una giacca a vento possono bastare in qualsiasi periodo dell’anno, anche quando in Italia è più freddo. Ho visto tedeschi fare il bagno a febbraio, io non sono altrettanto coraggiosa.

Le spiagge sono per lo più libere ed isolate, quindi quando vi preparate per una giornata di mare, munitevi di crema solare ed abbondante scorta d’acqua.

COME MUOVERSI

ARRIVARE ALLE CANARIE IN AEREO

Raggiungere le Isole Canarie è semplice dall’Italia. Durante l’alta stagione i voli – lo cost e di linea – verso l’arcipelago iberico sono numerosi ed includono diverse città italiane. Acquistando i biglietti con largo anticipo, si possono trovare tariffe veramente concorrenziali. Per Tenerife e Gran Canaria è più semplice trovare voli diretti. Lanzarote e Fuerteventura richiedono a volte la partenza da Malpensa o uno scalo in Spagna, mentre le isole minori richiedono comunque un volo interno. Binter è la compagnia spagnola che si occupa dei voli interni, si tratta di un’ottima azienda, con personale estremamente gentile ed aeromobili ben tenuti.

MUOVERSI IN AUTO

Una volta arrivati a destinazione, la soluzione migliore è quella di noleggiare un’auto, altrimenti si rischia di rimanere bloccati nella località dove si soggiorna, invece le isole canarie vanno girate e vissute!

Il traffico è generalmente scorrevole, salvo aumentare nelle città più affollate: gli automobilisti ben educati, le strade spaziose e tenute  ottimamente . Noi siamo affezionati a PLUS CAR, una società di noleggio canaria che offre ottimi prezzi. Prenotare online risulta molto semplice, si ritira la macchina in aeroporto e si paga sul posto con carta di credito (anche PostePay). Le vetture sono in ottime condizioni, il personale gentile ed il chilometraggio è illimitato. Attenzione perché, come un pò tutto il mondo, le auto a noleggio richiamano l’attenzione e sono soggette a furti, non lasciate mai nulla di valore in macchina, anche se vi sembra di aver parcheggiato in una zona remota!

COSA MANGIARE

Alla Canarie si mangia bene e variegato. Se mangiate pesce, avrete l’imbarazzo della scelta. Per avere una carrellata dei piatti principali che offre l’arcipelago, e per non fare scena muta al ristorante, quando vi porteranno il menù  cliccate qui e studiate l’ABC della cucina canaria ☺️

UN ARCIPELAGO ALL’INSEGNA DELLO SPORT

SURF
PADEL
NUOTO
GOLF
CICLISMO
WINDSURF
TREKKING
SUB
TRIATLON
BODYBOARD
KITESURF
PARAPENDIO
PESCA
VELA
ARRAMPICATA
8

AND SO, SHE DECIDED TO START LIVING WITH A SURFER… Il tuo uomo passa ore a studiare le previsioni meteo? Andate al mare solo quando c’è vento, é nuvoloso e fa anche un pò freddino? Week-end in città d’arte, shopping a New York o agriturismo in Umbria sono banditi dal vostro calendario vacanze? La tua idea di spiaggia equivale a lunghe ore da sola, osservando la tua dolce metà che appare e scompare tra un’onda e l’altra? Se a queste quattro domande hai annuito sospirando, non posso aggiungere altro se non: benvenuta nel club, sei anche tu una DesperateSurfersWife!

post a comment