Top

Costarica

COSA ASPETTARSI DALLA COSTA RICA

Costa Rica è sinonimo di Natura. Nonostante una superficie territoriale esigua, poco più di 51.000 Km2 – ricordiamoci che l’Italia supera i 301.000 – vanta quasi il 6% dell’intera biodiversità presente al mondo.

Il clima è il fattore determinante per una Natura così esplosiva.

Caldo-umido praticamente tutto l’anno in pianura e nelle zone costiere, mentre più fresco nella capitale e le città situate sugli altipiani. L’andamento delle stagioni non è legato alla temperatura, che rimane costante praticamente tutto l’anno, ma alle precipitazioni.

Le coste del Pacifico hanno una stagione secca – tendenzialmente da dicembre ad aprile – ed un periodo di piogge che spazia da maggio a novembre. A metà luglio generalmente c’è un calo dei rovesci che può durare un paio di settimane, il cosiddetto veranito. I mesi meno favorevoli per una vacanza sono settembre ed ottobre, nei quali le piogge sono praticamente ininterrotte.

Nella zona Caraibica il clima è generalmente molto piovoso, più di qualsiasi altra area del Paese, i periodi con meno precipitazioni sono settembre/ottobre – febbraio/marzo.

I mesi di pioggia equivalgono alla bassa stagione, durante la quale c’è ovviamente meno flusso turistico ed i prezzi sono decisamente più abbordabili.

Il miglior equilibrio tra clima ed accessibilità turistica si trova a cavallo delle due stagioni. Subito dopo Pasqua – momento nel quale gran parte dei costaricensi va in vacanza – e novembre, prima dell’invasione statunitense del Thanksgiving, sono i periodi che consiglio.

I soggiorni più belli che ricordo sono quelli a cavallo tra novembre e dicembre, quando salutavamo un’Italia ingrigita e piovosa. In Costa Rica, nello stesso periodo, la fine della stagione delle piogge lascia alle sue spalle una natura rigogliosa, le giornate sono assolate e le spiagge semi deserte.

In bassa stagione si possono affittare ville principesche a prezzi popolari e godere comunque di una vacanza a cinque stelle. Durante questo periodo, imparerete ad amare il cielo che improvvisamente diventa plumbeo e la pioggia che comincia a scrosciare con una potenza emozionante.

DOVE ANDARE

Sette diverse regioni, tutte da visitare, per diverse ragioni.

Ora che mi sono scatenata con questa rima baciata, avete due possibilità:

Io vi consiglierei di fare entrambe le cose, che altrimenti potreste perdervi informazioni IMPORTANTISSIME 😎

CENTRAL VALLEY
PIANURE DEL NORD
GUANACASTE
PUNTARENAS
CENTRAL PACIFIC
SOUTH PACIFIC
CARAIBI

INFO UTILI QUANDO VIAGGI IN COSTA RICA

IL BAGAGLIO

Bandite dalla vostra valigia tacchi alti ed outfit cittadini, a meno che abbiate volontariamente ignorato le mie fondamentali raccomandazioni, e siate ostinati a visitare la capitale, ristoranti simil-blasonati e night club. Viaggiate leggeri, portate un solo paio di jeans, una felpa ed una sciarpetta sempre in borsa, per proteggervi dall’aria condizionata!

COSA METTERE IN VALIGIA

KWAY il temporale può sorprendervi sempre, a prescindere dalla stagione e dall’altitudine.

SCARPE DA TREKKING e calzini Se anche la vostra vacanza sarà all’insegna di spiagge, sandali e shorts, non toglietevi il gusto di un’escursione in mezzo alla natura. Laddove la vegetazione prolifera, gli insetti godono ed ameranno le vostre gambe nude ed abbronzate. Meditate gente…

GEL DISINFETTANTE A prescindere dalle paranoie post-coronavirus, in Costa Rica vige da sempre la regola che l’infezione intestinale è alla base di ogni prima visita che si rispetti. Attenzione a quello che vi mettete in bocca! Lavate le mani, non rosicchiatevi le unghie, mangiate verdura cruda solo in locali consigliati ed a basso livello di germi. In caso contrario, tendenzialmente, non rischierete nulla di grave se non di passare svariati giorni a distanza minima dal vater. Non bevete dai rubinetti, se non laddove espressamente dichiarato che l’acqua è POTABILE! In alcune zone, in determinate strutture pseudo-turistiche lavatevi anche i denti con l’acqua imbottigliata.

CREME SOLARI E CURA DEL CORPO Se siete sensibili alla qualità dei prodotti che utilizzate sulla vostra pelle, infilate in valigia shampoo, creme idratanti e protezioni solari. Eviterete l’acquisto di prodotti costosi e per lo più di bassa qualità. Non sto parlando delle grandi profumerie cittadine, ma di articoli da banco che scoverete nei supermercati. Ci siamo capiti.

REPELLENTE ZANZARE Non sottovalutate le punture di zanzara, che soprattutto durante la stagione della pioggia e nelle zone più turistiche e popolate, può trasmettere la DENGUE. Altra esperienza che sinceramente eviterei di fare in vacanza. Anche in questo caso, vale la stessa regola dei prodotti per il corpo: troverete Autan in tutte le salse anche in Costa Rica, ma a prezzi poco popolari.

L’ASSICURAZIONE DI VIAGGIO

In Costa Rica l’assistenza sanitaria è privata.

Non vi tedierò con la mia antipatia atavica nei confronti delle assicurazioni e della differenza di prestazioni tra pubblico e privato. Di una cosa però, sono certa, l’assicurazione sanitaria in viaggio è fondamentale, soprattutto in un Paese tropicale così lontano, dove l’imprevisto può essere dietro l’angolo.

QUALE COMPAGNIA SCEGLIERE

Tra tutte le compagnie assicurative che affollano i nostri canali, mi sento di consigliare spassionatamente Europe Assistance. Allo stato attuale ho timore che il nome di Emanuele sia finito nel loro libro nero, perché abbiamo usufruito delle loro prestazioni ai quattro angoli della terra. Ma sono sempre stati efficienti, veloci e pazienti.

Di una cosa diffidate, nella sfortunata eventualità che dobbiate chiamare il numero verde: voi anticipate, noi poi vi rimborseremo.

Anche no, my dear. Mettetevi a quattro di bastoni, supplicate, impuntatevi, ma fate in modo che siano loro ad occuparsi di tutta la pratica, inviandovi il medico locale in albergo, organizzandovi eventuali trasferimenti o ricoveri – facciamo le corna.

Va bene tutto, ma se potete non prendete in mano il portafogli, perché poi per richiedere il rimborso potreste cadere in una serie di cavilli da mal di stomaco, senza poter sperare in una visita gratuita dal gastroenterologo, perché nel frattempo sarete tornati nel vostro comune di appartenenza.

COSA MANGIARE

1
GALLO PINTO Se ami le colazioni abbondanti e salate, il Gallo Pinto fa per te. Consiste in una portata di riso e fagioli, accompagnati da uova, tortillas e panna acida. Coriandolo e cipolle solitamente non mancano nella preparazione. Ricordati che puoi ordinarlo solo entro le 11.00 del mattino o giù di lì. Non lo troverai mai per pranzo.
2
CASADO Cosa differenzia il Gallo Pinto dal Casado? A volte me lo chiedo anche io. Il Casado puoi ordinarlo sia a pranzo che a cena. La ricetta include naturalmente riso e fagioli, accompagnati da carne o pesce, insalata e gli immancabili platano fritti. Per i vegetariani, è sempre più diffusa una versione vegan-friendly.
3
FRUTTA A VOLONTÁ Abbondante, saporita, di tutti i tipi. Papaya, mango, ananas, anguria, guayana, frutto della passione, avocado. Ricordati di lavarla sempre a fondo e di sbucciarla. In Costa Rica non vigono leggi molto severe in fatto di antiparassitari e contaminanti. Se puoi scegliere dove fare la spesa, rivolgiti ai negozi biologici.
4
CEVICHE Mangia il pesce crudo solo dove puoi fidarti! Una volta trovato un ristorante di fiducia, abbandonati all’esperienza CEVICHE! Pesce freschissimo, marinato e servito con sedano, lime, coriandolo, peperoncino. Io adoro la versione con avocado, accompagnato da lemonada con hierba buena ed i piedi che affondano nella sabbia.
6

AND SO, SHE DECIDED TO START LIVING WITH A SURFER… Il tuo uomo passa ore a studiare le previsioni meteo? Andate al mare solo quando c’è vento, é nuvoloso e fa anche un pò freddino? Week-end in città d’arte, shopping a New York o agriturismo in Umbria sono banditi dal vostro calendario vacanze? La tua idea di spiaggia equivale a lunghe ore da sola, osservando la tua dolce metà che appare e scompare tra un’onda e l’altra? Se a queste quattro domande hai annuito sospirando, non posso aggiungere altro se non: benvenuta nel club, sei anche tu una DesperateSurfersWife!

post a comment